Per finirla con la Destra

Libro un po’ datato ma utile per comprendere che certi temi, come il superamento delle categorie di destra e sinistra, non son del tutto nuovi. Un pamplhet ironico e appassionato su cosa è stata la destra in Italia dal dopoguerra alla fine degli anni ’90, le sue paure e le sue miserie. Un’analisi del nuovo totalitarismo culturale che, complice il tramonto delle ideologie, va configurandosi nel nome di un pensiero unico radical-liberista. Un invito a ripensare le vecchie categorie della politica nel nome di una trasversalità delle scelte e di una rifondazione dei valori in grado di tirar fuori questa “cara e porca Italia” dalla palude in cui è finita.